Quesiti sulle medicine naturali

In una trasmissione radio mi sono state poste alcune domande sulle Medicine Alternative.
Sono gli stessi quesiti che mi propongono i pazienti che si avvicinano per la prima volta alle Medicine Naturali. 

COSA SONO LE MEDICINE ALTERNATIVE? 
Preferisco parlare di Medicine naturali o Complementari . Sono, come dice la parola, Medicine complete , cioè utilizzano una diagnosi ed una terapia. Proprio perché medicine, finalmente la FNOMCEO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri) a maggio 2002 le ha accreditate come atti che devono essere compiuti da medici. 

CURANO O ALLEVIANO I SINTOMI? 
Pochi conoscono la differenza tra curare e guarire. La medicina chimica cura, cioè tampona giornalmente una patologia cronica senza mai guarirla, anzi creandone altre ancora. Le medicine naturali guariscono, senza che sopravvengano altre complicazioni. 

POSSONO ESSERE APPLICATE A QUALSIASI PATOLOGIA? 
Si se si eccettuano le patologie che abbisognano di terapia intensiva come le nascite premature, le malformazioni congenite, gli esiti gravi di incidenti stradali o del lavoro, gli interventi chirurgici urgenti e i trapianti, le gravi malattie dell'apparato cardiovascolare, respiratorio e delle ghiandole endocrine come il diabete insulinodipendente. 

QUALI SONO I VANTAGGI DELLE MEDICINE NATURALI RISPETTO ALLA MEDICINA TRADIZIONALE?
Non sono tossiche e guariscono. Sono medicine olistiche, cioè prendono in considerazione la totalità dell'individuo quindi non solo i problemi fisici, ma anche quelli psichici. Il medico dedica più tempo al paziente e cerca di educarlo correggendo gli eventuali errori alimentari o di comportamento. 

QUALI SONO GLI SVANTAGGI, I TEMPI DI GUARIGIONE SONO LUNGHI? 
Il paziente che le utilizza deve rivolgersi soltanto a medici liberi professionisti, in quanto non sono contemplate come prestazioni del servizio sanitario nazionale e i farmaci sono a totale carico del cittadino. 
Per quanto riguarda la velocità d'azione sono più veloci della medicina chimica in senso assoluto nelle patologie acute quali influenza, tonsillite otite, dolori articolari ecc., in senso relativo per le patologie croniche. Per es. una cefalea che dura da 15 anni è sempre stata curata con farmaci antinfiammatori, che sono apparentemente veloci in quanto dopo una ora il sintomo, si attenua, ma la frequenza e l'acuzie della cefalea peggiorano con il passare degli anni e gli antinfiammatori non funzionano più. Con le medicine naturali la guarigione presuppone un periodo di tempo che può essere di qualche mese, poi il paziente non avrà più la sintomatologia di cui soffriva. 

SI ADATTANO A TUTTI? 
Si. Dal bambino, dove sono più efficaci perché è meno intossicato, all'adulto, alla donna in gravidanza e allattamento, all'anziano. 

HANNO EFFETTI COLLATERALI? 
Come tutte le medicine possono avere effetti collaterali, specialmente se sono utilizzate con superficialità e da terapeuti non qualificati. Questi effetti sono però minimi e per questo, purtroppo, sono usate anche da personale non medico, tanto, se non fanno bene, non fanno neanche male. I farmaci omeopatici possono dare dei sintomi che sono propri del rimedio. Le piante medicinali non sono sempre atossiche, ma anche velenose. L'agopuntura deve essere effettuata con attenzione, sia perché certi punti sono vicini ad organi vitali, sia perché alcuni di essi non devono essere trattati durante la gravidanza, poiché possono indurre l'aborto. 

8. IN CHE PERCENTUALE SONO DIFFUSE IN ITALIA? 
In Italia sono utilizzate da undici milioni di pazienti. Per questo la FNOMCEO ha dovuto accettarle, anche per uniformarsi alle direttive della Comunità Europea che già da tempo le aveva riconosciute. 

QUALI SONO I PRINCIPALI TIPI DI MEDICINE NATURALI? 
Sono Agopuntura, riflessoterapie, omeopatia, oligoelementi, fitoterapia o erboristeria, chiroterapia (manipolazioni vertebrali), kinesiologia applicata, mesoterapia, neuralterapia.

Free Joomla! template by Age Themes